Gentiloni scommette sull’intescambio con l’Africa: “Può crescere molto e superare gli attuali 34 miliardi”

“Noi abbiamo un interscambio di 34 miliardi di euro con l’Africa, può crescere molto. L’anno scorso l’Italia con quasi 12 miliardi è stato il terzo investitore mondiale e il primo europeo nell’Africa Sub-sahariana”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in conferenza stampa a Luanda in Angola insieme al presidente della Repubblica Joao Lourenco.

“Che il futuro dell’Europa si giochi anche in Africa – ha aggiunto – credo sia molto chiaro soprattutto a noi italiani, per ragioni storiche e geografiche. Il ruolo storico del Mediterraneo è stato l’incrocio di diverse culture. Mi ha colpito nella visita di stamani al Mausoleo una frase di Agostino Neto che ricordava essere l’Angola un Paese in un certo senso europeo, americano, africano, un crocevia di civilizzazioni.

L’Italia capisce molto bene questo messaggio. Questo deve significare sempre più associare a nostri programmi storici di cooperazione i programmi di investimento, intervento economico, coinvolgimento delle aziende pubbliche e private europee in Africa. Dobbiamo coinvolgere investimenti pubblici e privati per il futuro dell’Africa e speriamo che i rapporti tra Italia e Angola sia lo strumento più avanzato di questa collaborazione”, ha concluso.

 

Lascia un commento