Tra export ed import un peso da 87 milioni di euro

A gennaio 2018, fra esportazioni e importazioni si registra un disavanzo commerciale di 87 milioni, sintesi del surplus realizzato negli scambi verso l’area Ue (+439 milioni) e del risultato negativo conseguito con i paesi dell’area extra Ue (-526 milioni). Il saldo registrato nello stesso mese dell’anno precedente era stato pari a -575 milioni.
    Lo rileva l’Istat, aggiungendo che l’avanzo della bilancia non energetica è pari a +3 miliardi di euro.
    La diminuzione su base mensile dell’export, spiega l’Istat, “dopo tre mesi consecutivi di crescita, è determinata dal calo delle vendite sia verso i mercati extra Ue (-3,8%) sia verso i mercati Ue (-1,5%)”. Anche la flessione degli acquisti di gennaio “è da ascrivere ad una riduzione in entrambe le aree: -4,6% per i paesi Ue e -4,1% per quelli extra Ue”. Negli ultimi tre mesi comunque l’export cresce su base mensile dell’1,7%, con un incremento più ampio per i paesi extra Ue (+3%) rispetto a quelli Ue (+0,7%).

Lascia un commento