Fiuggi cerca la svolta. Nuovo vertice per rilanciare Terme, Centro Benessere, Acqua e Impianti Sportivi

Nuove strategie per il rilancio di Fiuggi, delle sue acque e del suo territorio. L’amministrazione cittadina della città termale, ha indicato un nuovo Cda senza alcun politico presente. Una vera e propria svolta, visto che si passa anche dall’uomo solo al comando, ad una squadra di comando. Fiuggi scommette in grande, cercando di riprendersi quel ruolo nazionale che le compete e che negli ultimi decenni gli è stato negato con politiche di gestione, politiche ed amministrative sciagurate. Da quanto si legge sulla stampa le scelte, se le notizie riportate sono certe ed affidabili, e non abbiamo elementi per metterlo in discussione, si passa da vecchie politiche a nuove politiche. Al timone di comando tre nomi decisamente strategici Luca Berti, Mirco Gabbin e Vito Varvaro. Il primo è l’anima del territorio e soprattutto dovrebbe (è commercialista ndr) essere il garante dei conti, i secondi due rappresentato la proiezione su scenari nazionali, visto che sono gli artefici di veri e propri miracoli di sviluppo, per saperne di più basta consultare il portale www.alessio porcu.it, dove l’intera storia è raccontata con dovizia di particolari. Chiamato in causa, sempre sullo stesso sito, anche il nostro Presidente nazionale Guido D’Amico, da anni attivo in quei territori e che, secondo il portale avrebbe un ruolo in questa vicenda. Riportiamo integralmente lo stralcio del pezzo comparso il 1 novembre scorso: “In questo scenario l’elemento di connessione tra i tavoli nazionali ed il territorio ciociaro è Guido D’Amico, presidente nazionale di Confimprese Italia. Esperienze amministrative a Messina (all’inizio della carriera è stato uno degli enfant prodige del sottosegretario Saverio D’Aquino) e dirigenziali (ha guidato l’azienda dei trasporti di Taormina), Guido D’Amico è soprattutto un lobbista, con una capacità di relazione che lo rende centrale in un discorso di riposizionamento della Acqua di Fiuggi tra i mercati nazionali e la realtà locale. Frequenta le Camere (Montecitorio e Palazzo Madama), la Camera di Commercio di Roma (ha un uomo di Confimprese all’interno) è vice presidente della Camera di Commercio di Frosinone, siede in Unioncamere Lazio ed in Cda del Parco scientifico e Tecnologico Palmer. Ha soprattutto la concreta conoscenza del mondo imprenditoriale, con i suoi limiti e le sue esigenze legate ai bilanci”. Che dire, se queste sono le premesse c’è da augurarsi per Fiuggi, le sue acque e le sue terme un futuro ricco di soddisfazioni e soprattutto di sviluppo per le imprese ed i lavoratori che tanto hanno sofferto negli ultimi anni.

Lascia un commento