Il Presidente Guido D’Amico a Uno Mattina: “Per la flat tax positiva aliquota unica. E’ anche una prima risposta gli adempimenti burocratici”.

Il Presidente della Confederazione Guido D’Amico, ha partecipato nella mattinata di giovedì 7 giugno alla trasmissione televisiva Uno Mattina, in programma su Rai Uno.

D’Amico ha precisato la posizione di ConfimpreseItalia, nel merito della flat tax e più in generale sui temi legati al mondo del lavoro.

In particolare il Presidente ha voluto dire la sua, come tema e posizione condivisa nella Confederazione, sulla flat tax, che viene giudicata positivamente come istituto, anche se l’opinione diffusa è quella che debba avere una sola aliquota. Va detto che Confimprese Italia, sul tema, pochi mesi fa ha svolto un articolato convegno alla Camera dei Deputati, con ospiti sia dell’attuale maggioranza che sostiene il Governo Conte, che della passata che sosteneva Gentiloni.

Sulla flat tax, D’Amico è stato più che chiaro. Innanzitutto va chiarito l’ambito dell’applicazione: le aliquote ed i soggetti coinvolti ( imprese, lavoratori dipendenti e famiglie. Su queste ultime, poi, va fatta una distinzione, ha fatto capire D’Amico. Aliquota sul reddito complessivo o su quello singolo?

Su questi punti si gioca una partita decisamente importante per le imprese e le famiglie.

La flat tax, inoltre, viene considerata positiva anche come risoluzione, anche se parziale, degli adempimenti burocratici. Per il Presidente D’Amico, passare ad una aliquota unica, consentirebbe di porre fine, anche se non in maniera radicale e definitiva, a circa 600 adempimenti. In ultimo, va detto, che la sola aliquota unica potrebbe avere un maggior riscontro sui redditi medio bassi, anche se è comunque necessario avere ulteriori riscontri sulle platee coinvolte.

Lascia un commento