Tre miliardi di taglio al cuneo fiscale. Rispunta bonus famiglia

Un taglio di tre miliardi di euro al cuneo fiscale, l’abolizione del superticket per le prestazioni specialistiche sanitarie già dal prossimo anno. Il rilancio del fondo famiglia mentre su “quota 100” si continua a lavorare. E’ durato poco più di 3 ore il vertice di maggioranza, cominciato ieri sera poco dopo le 22, per permettere alla maggioranza di governo di trovare un’intesa sulla manovra che questa sera dovrebbe essere all’esame del Consiglio dei Ministri. Il premier, Giuseppe Conte, e il ministro del’Economia, Roberto Gualtieri, si sono confrontati con i capi delegazione dei partiti di maggioranza, Dario Franceschini, Roberto Speranza e Teresa Bellanova. Assente il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, per i pentastellati era presente Riccardo Fraccaro. Secondo alcune fonti, non c’è ancora un’intesa su “quota 100” dopo che ieri più volte e su più livelli i renziani di Italia Viva (prima Marattin e poi Bellanova al tavolo) ne hanno riproposto l’abolizione.

Netta la posizione contraria di M5S. “Quota 100 non si tocca – ha spiegato il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Nunzia Catalfo – E’ una misura sperimentale che scade nel 2021 e come tale va portata a termine senza fare modifiche. Con i sindacati mi sono impegnata espressamente ad avviare subito un confronto su come rendere il nostro sistema pensionistico più equo. Lo faremo e proprio per questo le cose restano come stanno”.

Lascia un commento