Guido D’Amico: “Bene i punti programmatici di Draghi, ora si passi ai fatti”

 

“Giudichiamo di grande interesse il discorso programmatico del Presidente del Consiglio, Draghi. Ora si passi dalle parole ai fatti”. E’ quanto afferma in una nota il Presidente di ConfimpreseItalia, Guido D’Amico. “Si tratta di un intervento che entra nel merito dei problemi che attanagliano il Paese, duramente messo alla prova dalla pandemia.  Riteniamo corretto che il Premier abbia messo al centro dei suoi pensieri l’accelerazione nel contrasto al virus e le vaccinazioni, per poi concentrare la sua attenzione su questioni bollenti come la scadenza della normativa sui licenziamenti e le questioni legate al riequilibrio del sistema della protezione sociale per i lavoratori autonomi. Giudichiamo positivo anche il passaggio sul turismo, riconoscendolo come elemento decisivo economicamente per il Paese con il suo 14% del totale delle attività economiche e che in questo ultimo periodo di sconvolgimento da Covid, ha perso, secondo il nostro ufficio studi oltre 400mila posti di lavoro tra collaboratori diretti ed indiretti. Va detto – continua D’Amico- che proprio ConfimpreseItalia si fece Paladina per la creazione di un ministero ad hoc per il comparto, cosa che questo Premier e questa maggioranza hanno recepito”. Il Presidente di ConfimpreseItalia, giudica positivo anche il capitolo  sul Recovery Fund, dove l’attuale Governo sarà chiamato a gestire risorse pari ad oltre 200 miliardi di Euro.  “Draghi avrà molto da fare e vogliamo solo dirgli  – conclude D’Amico -che la nostra Confederazione, che in più occasioni ha sollecitato i  precedenti Governi con proposte e naturalmente critiche, porterà a questo Esecutivo l’esperienza di una associazione che proprio quest’anno festeggia i suoi 25 anni di attività sindacale nell’interesse delle 80mila imprese che rappresenta”

Lascia un commento